ATTI WORKSHOP “Dighe e Territorio” – PALERMO

Il 10 Ottobre a Palermo, nella sala convegni dell’università di Ingegneria, si è tenuto il 6° Workshop “Dighe e Territorio”, organizzato da ITCOLD con l’Ordine Ingegneri di Palermo e con la collaborazione di Università di Palermo, Regione Sicilia, Enel Green Power, Direzione Generale Dighe, Associazione Idrotecnica Italiana, Legambiente, RSE.

Il Workshop è stato seguito il giorno successivo da visite tecniche alla diga di Piana degli Albanesi (Enel Green Power) e  alla diga di Poma  (Regione Sicilia).

L’iniziativa “Dighe e Territorio” intende contribuire alla comunicazione sul ruolo sostenibile delle dighe e sulla capacità di tali infrastrutture di favorire lo sviluppo del territorio nel quale sono inserite. Il Workshop ha consentito di conoscere le azioni svolte dai Concessionari per il miglioramento ambientale e socio-economico del territorio e di attivare un costruttivo confronto con gli stakeholder territoriali.

La larga partecipazione conferma l’interesse raccolto dal Workshop (150 partecipanti, massima capienza della sala). L’iniziativa si candida pertanto per ulteriori edizioni, con la fiducia di replicare il successo delle precedenti (Bolzano, Catanzaro, Bologna, Rieti, Genova, Palermo), che hanno visto complessivamente il coinvolgimento di circa un migliaio di persone.

Forte interesse per l’iniziativa “Dighe e Territorio” è stato raccolto anche nella comunità internazionale ICOLD, la Commissione Internazionale delle Grandi Dighe che raccoglie l’adesione di ben 102 Paesi nel mondo. Ne è testimonianza la partecipazione al Workshop di Palermo del Presidente del ICOLD European Club (J.J. Fry) e del media-manager di ICOLD (E. Grenier), nonché i contatti in corso con vari Comitati Nazionali europei ed extra europei interessati ad avviare analoghe iniziative nei propri Paesi.

A tutti i relatori e ai soggetti che hanno contribuito al successo dell’iniziativa va il ringraziamento del Comitato, con un particolare riconoscimento all’impegno di Guido Mazzà e Antonella Frigerio, coordinatori del GdL “Dighe e Territorio”.