ATTI Workshop “Dighe e Territorio” – Rieti

Il Workshop si è volto il giorno 26 Ottobre a Rieti ed è stato seguito il giorno successivo da visite tecniche alle dighe di Salto (ERG) e Scandarello (Enel).

Il Workshop, ospitato dalla Provincia di Rieti, è stato organizzato da ITCOLD unitamente all’Ordine degli Ingegneri di Rieti, in collaborazione con ERG, Enel, Consorzio Bonifica Reatina, Enti territoriali (Comune di Rieti, Regione Umbria, Protezione Civile Lazio, Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale), Direzione Generale Dighe, Legambiente, Università di Perugia, RSE, Associazione Idrotecnica Italiana.

La partecipazione al workshop ha consentito l’ottenimento di 9 crediti formativi.

Oggetto del Workshop è stato il tema affrontato dal GdL ITCOLD “Benefici e problemi associati alla presenza dei serbatoi artificiali sul territorio: indagine socioeconomica e ambientale sul rapporto diga-territorio”. Il workshop ha inteso fornire un contributo per la valutazione del “ruolo sostenibile delle dighe”, ovvero della capacità delle infrastrutture dei sistemi idrico e idroelettrico di favorire lo sviluppo del territorio nel quale questi sistemi infrastrutturali sono inseriti.

Tra i principali obiettivi della valutazione vanno considerati due aspetti: la consapevolezza del pubblico e l’accettazione sociale, intesi come processi orientati a fornire strumenti e informazioni fondamentali per prendere corretta coscienza dei “pro” e “contro” legati alla presenza delle dighe sul territorio.

Il Workshop ha consentito da una parte di conoscere la visione dei Concessionari a livello nazionale e locale in merito alle azioni da loro svolte in termini di proattività per il miglioramento ambientale e socio-economico del territorio, dall’altra di attivare un efficace e costruttivo confronto tra operatori e stakeholder con l’illustrazione delle problematiche territoriali sui medesimi aspetti.

Al Workshop hanno partecipato oltre 130 persone, in larghissima parte ingegneri.

Il successo del Workshop ha confermato l’interesse di questa iniziativa, che si candida pertanto a ulteriori edizioni in altre aree, con la fiducia di poter replicare il successo delle quattro edizioni già svolte (Bolzano 2014, Catanzaro 2015, Bologna 2016, Rieti 2017).